APE SOCIALE, DOMANDE ANCHE IN ANTICIPO

 Risultati immagini per ape sociale

 
 

 

La domanda di diritto all’Ape sociale si può presentare anche prima di maturare i requisiti. In particolare, non occorre far passare la zona franca di tre mesi dall’ultima rata di Naspi, senza stipendio e senza lavoro

La domanda di diritto all'Ape sociale si può presentare anche prima di maturare i requisiti. In particolare, non occorre far passare la zona franca di tre mesi dall'ultima rata di Naspi, senza stipendio e senza lavoro, che invece deve necessariamente trascorrere per potere intascare l'anticipo pensionistico. Lo precisa l'Inps nel messaggio n. 1587/2018, rettificando precedenti istruzioni fornite con la circolare n. 34/2018.

 

Ex lavoratori a termine. La rettifica riguarda, nello specifico, l'ipotesi di ex lavoratori a termine i quali, per effetto della legge di Bilancio 2018 (legge n. 205/2017), hanno diritto all'Ape sociale alle stesse condizioni già previste per i lavoratori disoccupati. Si tratta, nel dettaglio, dei lavoratori disoccupati «per scadenza del termine del rapporto di lavoro a tempo determinato a condizione che abbiano avuto, nei 36 mesi precedenti la cessazione del rapporto, periodi di lavoro dipendente per almeno 18 mesi». Nella circolare n. 34/2018, l'Inps ha precisato che:

a) l'arco temporale di 36 mesi entro cui individuare i 18 mesi di lavoro dipendente decorre, a ritroso, dalla data di scadenza del rapporto a termine da ultimo svolto al momento della domanda di verifica delle condizioni e sulla base della quale il soggetto chiede di poter beneficiare dell'Ape sociale;

b) i 18 mesi di lavoro dipendente possono essere anche non continuativi;

c) per rapporto di lavoro dipendente s'intende qualsiasi rapporto di lavoro subordinato;

d) restano ferme tutte le altre condizioni per l'accesso all'Ape sociale.

 La zona franca. Tra le altre condizioni è previsto che il soggetto deve aver terminato di godere integralmente l'indennità di disoccupazione da almeno tre mesi, nell'arco dei quali deve aver mantenuto lo status di disoccupato. Nella circolare n. 34/2018, l'Inps ha scritto che la maturazione di tale condizione era condizione per «presentare la domanda di verifica del diritto all'Ape sociale». Nel messaggio l'Inps precisa la condizione è necessaria per «conseguire» l'Ape sociale, per cui la domanda di riconoscimento del diritto può essere presentata anche prima, cioè valutando i requisiti in via prospettica.