150 assunzioni in Intesa Sanpaolo

 

Anche Intesa Sanpaolo, d’accordo con i sindacati di categoria, ha avviato un programma che prevede pensionamenti e prepensionamenti e l’assunzione di giovani risorse. Però, così come è già accaduto in altri istituti di credito, sono molti di più coloro che lasceranno il servizio rispetto a quanti ne prenderanno il posto.

 

Entro giugno 2021, infatti, è stata concordata l’uscita volontaria di 1.600 dipendenti a fronte di 150 ingressi a tempo indeterminato. Attualmente ci sono posizioni aperte che riguardano: addetti sistemi settore fiduciario, capi progetto, coordinatori data technology, credit risk retail analyst, economisti, esperti in cyber security, informatici, progettisti impianti elettrotecnici, specialisti antiriciclaggio.

Per invio candidature clicca qui.

Inoltre, si può partecipare alla selezione Make it real lab in programma il 18 giugno a Torino al termine della quale si può ricevere un’offerta lavorativa e cominciare a collaborare a progetti in ambito crediti, finanza, data technology, canali digitali, infrastrutture e cyber security. Possono farsi avanti i laureati e i laureandi in informatica, ingegneria, ingegneria matematica, ingegneria fisica o statistica. Per iscriversi clicca qui.

Tutte queste opportunità non si riferiscono all’intesa di cui abbiamo parlato. Le nuove offerte dovrebbero partire a settembre e compariranno sul sito della banca al seguente link: https://www.intesasanpaolo.com/it/common/careers.html.

Vale la pena ricordare che Intesa Sanpaolo è leader in Italia con 11,8 milioni di clienti e una rete di 4.100 sportelli sul territorio nazionale.

 

 

 Risultati immagini per OFFERTE DI LAVORO