ASSEGNI FAMILIARI AI SINGLE

 Risultati immagini per assegni familiari single

 
 

 

Rivalutazione 2018 delle soglie di reddito per l'erogazione degli assegni al nucleo familiare erogati dai Comuni (Bonus Famiglia) ma concessi dall'INPS: soglie ISEE aumentate per genitori soli e che assistono disabili.

Come indicato dal provvedimento in Gazzetta Ufficiale n.36 dello scorso 19 febbraio 2018, sono rivalutati per il 2018 gli assegni familiari erogati dai Comuni e quelli di maternità. 

Con Circolare INPS 35/2018, vengono definiti gli importi delle prestazioni ed i relativi requisiti di reddito. Le nuove agevolazioni sono previste anche per genitori single, vedovi, separati e per chi, da solo, deve accudire un disabile (caregiver).

n generale ricordiamo che gli assegni per il nucleo familiare rappresentano un’integrazione del reddito corrisposta a determinate categorie di lavoratori che presentano una situazione economica al di sotto dilimiti ISEE prestabiliti.

 

Agevolazioni per single

L’agevolazione per queste fasce di contribuenti ritenute deboli (genitori single, vedovi, separati, celibi o nubili) consiste nella definizione di soglie ISEE per richiedere l’assegno familiare più alte rispetto alle consuete.

La soglia ISEE – invece dei classici 8.650 euro annui – sale a:

  •  10.390 euro per le diverse tipologie di genitori soli
  • 14.508 euro se in famiglia venga accudito un inabile,
  • 15.476 euro e nei casi in cui si verifichino entrambe le condizioni (genitori soli e caregiver).

L’assegno familiare corrisponde a 142,85 euro erogati mensilmente per 13 mesi, con un importo complessivo pari a 1.900 euro.

La richiesta di assegni familiari va inoltrata al Comune di residenza entro 45 giorni prima delle due date fissate dall’INPS (15 luglio 2018 e il 15 gennaio 2019), eventualmente avvalendosi dell’assistenza di CAF o Patronati.

ISCIVITI ALLA NEWSLETTER

email
Iscrivimi alla lista mondodiannunci
Autorizzo al trattamento dei dati personali