Concorsi Ministero Istruzione per 25.000 Nuove Cattedre, Assunzioni ATA e Supplenze

Concorsi Ministero Istruzione La nuova legge di Stabilità sarà presentata nelle prossime settimane dal Governo e avrà un nuovo nome: Legge di Bilancio.

Durante l’incontro tra i sindacati e il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini verranno definite alcune manovre da inserire previa approvazione del MEF (Ministero dell’Economia).

Nella nuova Legge di Bilancio c’è l’intenzione di introdurre un nuovo piano di mobilità, con la quale la destinazione dei docenti verrebbe nuovamente modificata, con l’attuale mobilità 2016/2017, infatti, diversi insegnanti sono stati costretti a trasferirsi a molti chilometri da casa per ottenere la cattedra di ruolo, ma oggi la richiesta di eliminare il vincolo triennale che lega i docenti alla provincia di immissione in ruolo così gli insegnanti potranno presentare domanda di trasferimento verso la provincia di interesse più vicina a casa.

Ci saranno anche novità per l’assunzione di 10mila ATA,  5 mila assunzioni sono legate al turnover, mentre l’altra metà al piano straordinario. Le assunzioni riguarderanno sia i tecnici amministrativi che i collaboratori scolastici.

Ma la grande novità è il piano assunzioni per 25mila nuovi insegnanti attraverso la trasformazione dell’organico di fatto in organico di diritto.

La maggior parte dei posti saranno al Nord, e presumibilmente saranno suddivisi così:

  • 5.300 in Lombardia;
  • 2.800 in Campania;
  • 2.700 in Emilia Romagna;
  • 2.500 in Veneto;
  • 2.300 in Toscana;
  • 2.200 in Sicilia.

Si parla anche di una fase transitoria di assunzioni con “corsi ad hoc” per quei docenti abilitati inseriti nella II fascia delle graduatorie di istituto, ne potrebbero scaturire altre 80.000 immissioni in ruolo.

ISCIVITI ALLA NEWSLETTER

email
Iscrivimi alla lista mondodiannunci
Autorizzo al trattamento dei dati personali

Questo nuovo piano non è privo di contraddizioni, in quanto si arriverebbe al paradosso per il quale molti vincitori di concorso resterebbero senza cattedra e molti bocciati al concorso si troverebbero a raggiungere il ruolo.

Ma una certezza c’è, con la nuova Legge in Bilancio è confermato il bonus docenti da 500€ per il 2016/2017 e stavolta verrà erogato in una carta elettronica prepagata.

PEr il resto non ci resta che aspettare la pubblicazione ufficiale della nova Legge in Bilancio per l’anno 2017-18