Bolletta Elettricità, Come Ottenere un Rimborso (retroattivo fino a 10 anni) se Trovi questo Codice

Se per caso le vostre bollette per la corrente elettrica vi sembrano un po’ più care del solito o comunque più care rispetto all’uso che ne fate, per esempio non siete molto a casa, non usate molto il forno, la lavatrice o il ferro da stiro, non avete un’asciugatrice e non avete uno scaldabagno elettrico, allora potete controllare alcune cose sulla bolletta che forse vanno ad incidere sull’importo.

Per controllare che stiate pagando la giusta tariffa di corrente elettrica dovete controllare le tariffe, sia la D2 che la D3 sono applicate alle utenze luce domestiche, sia nel mercato libero che nel tutelato.

Per pagare meno dovreste avere la tariffa D2, ecco le differenze:

• La tariffa D2 è applicata obbligatoriamente ai clienti domestici residenti fino a 3kW di potenza impegnata con contatore elettrico riprogrammato sulle 3 fasce di consumo che hanno già ricevuto almeno 3 fatture di conguaglio.

• La tariffa D3 è applicata obbligatoriamente ai clienti domestici oltre 3 kW e non residenti fino a 3 kW di potenza impegnata che hanno un contatore elettronico riprogrammato sulle 3 fasce di consumo e che hanno già ricevuto almeno 3 fatture di conguaglio. (questa ha costi maggiorati del 30% circa).

Per entrambe le tariffe il prezzo dell’energia elettrica viene calcolato sommando questi tre corrispettivi:

  1. un corrispettivo fisso per ogni contatore (definito in centesimi di euro/anno)
  2. un corrispettivo di potenza, proporzionale al valore di potenza impegnata (in centesimi di euro/anno per ogni kW)
  3. un corrispettivo variabile in funzione dei consumi effettivi (in centesimi di euro/kWh)

 

Nel caso in cui trovaste la dicitura D3 sulla vostra bolletta potrete chiamare il vostro fornitore di energia elettrica ed ottenere un rimborso per tutti i mesi per i quali è stata superata la soglia del 30%, e chiedere di passare alla tariffa corretta, inviando tutta la documentazione che vi sarà richiesta.

Inoltre attraverso un’autocertificazione potete chiedere la modifica del tipo di contratto ed il rimborso con effetto retroattivo fino ad un massimo di 10 anni.